Amnesia, distrazione o cosa?

Pubblicato il da Gioia Mulas

Dov-ho-messo-la-testa.jpgSu Wikipedia si legge:

Nel linguaggio medico, l'amnesia è un disturbo della memoria a lungo termine episodica. La persona affetta da amnesia può essere incapace di ricordare eventi della sua vita recente, o in casi gravi anche eventi remoti, e può non riuscire ad acquisire stabilmente nuovi ricordi, mentre in genere è preservata la capacità di imparare nuove azioni.

 

Qui naturalmente si parla di una vera e propria malattia, che deve essere tenuta sotto controllo. Chi soffre di tale malattia è sempre bene sia seguito da medici competenti, gioca un ruolo molto importante anche il medico di base, sia dagli stessi familiari. Questo perché una persona che soffre di amnesia potrebbe dimenticare di occuparsi anche delle cose basilari della sua vita quotidiana.

 

http://www.wikinoticia.com/images/depsicologia/depsicologia.com.wp-content.uploads.the-amnesia-gene_1_thumb.jpgC’è chi soffre di smemoratezza, cioè, dimenticare le cose per un piccolo lasso di tempo come un numero di telefono, una località, un nome. Ciò non significa che si sta diventando matti, o che si sta andando incontro a gravi malattie come l’Alzheimer, ma che molto probabilmente, la persona sta passando un periodo di stress molto intenso e che inconsciamente, è portato ad auto-difendersi, dimenticando anche le cose più semplici.

 

Cosa fare?

 

Quando il problema non è grave, ma si notano solo episodi che fanno semplicemente ridere, si possono pendere dei provvedimenti”, che servono per aumentare la memoria e ritardare eventuali problemi seri coma appunto l’Alzheimer.

 

  • Intanto, non mi stancherò mai di ripeterlo, una vita sana ed equilibrata, è il primo punto di partenza. Cibi pesanti, fumo, alcol, sono nemici assoluti della nostra memoria. Tendono infatti a ostruire le vene e in automatico l’ossigenazione naturale del nostro cervello.
  • Leggere, leggere, leggere. La lettura stimola la mente. È dimostrato infatti che chi legge, studia, è meno portato a dimenticare le cose o ad andare incontro a malattie gravi.
  • Giocare. Anche il gioco è importante, in quanto porta a ragionare sulle cose, ma soprattutto rilassa. Lo stress è una delle principali cause della scarsa memoria.
  • Riposarsi. Bisogna “non dimenticare”, che non siamo dei robot con le pile Duracel o con un carica batterie incorporato,. Un buon riposo varia dalle 6 alle 8 ore, sfruttiamolo!
  • Usare delle tecniche associative per ricordarsi le cose… ce lo insegnavano a scuola! Perché non applicarle anche alla vita quotidiana?

 

Per ridere:

 

  • Andare in bagno e non ricordarsi per cosa? Ops l’ho fatto
  • Aprire il frigo mentre si organizza il pranzo e non ricordarsi cosa si doveva prendere? Ops l’ho fatto
  • Non ricordarsi la propria data di nascita? Ops l’ho fatto
  • Dimenticare quello che si sta dicendo mentre si sta parlando? Ops l’ho fatto

………

Si sono da manicomio!!!!! RICOVERO

 

E tu cosa dimentichi? Se ti va scrivilo

 

Le iscrizioni sono aperte, mettersi in fila

Con tag Salute ☠

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post