Come prendersi cura dei cuccioli di gatto abbandonati

Pubblicato il da Gioia Mulas

 

Diventare un orfano è una cosa difficile sia per gli esseri umani sia per i gatti.

Essere abbandonato al proprio destino, con la morte, per circostanza o necessità, rende l'essere abbandonato sensibile e estremamente vulnerabile. Soprattutto, se il gattino abbandonato è ancora troppo piccolo, il suo abbandono può portare alla morte, a meno che qualcuno prenda il posto del della mamma gatta. Queste povere creature hanno bisogno di qualcuno che li aiuti a sopravvivere e crescere fino a diventare abbastanza grandi per prendersi cura di sé.

107779580_f8185bd847.jpg

Prendersi cura di un gattino ancora da svezzare, però non è una cosa facile, quindi, bisogna essere abbastanza sicuri di volersi prendere questa responsabilità. A volte può essere molto più difficile del prendersi cura di un bambino in fasce, in quanto, mancando il rapporto naturale madre – figlio, che aiuta a “capirsi” in maniera istintiva, spesso, nel caso dei gattini, si deve andare per tentativi, a tentoni.

5135924330_f13ea2f75c.jpg  Madre surrogata. 

Per prendersi cura dei cuccioli abbandonati,  la prima cosa che si può provare è quella di chiedere in giro e trovare qualcuno disposto a  prendersi seriamente cura del gattino. Si può provare a chiedere ai propri amici, mettere annunci o volantini, agli allevatori della zona, nelle cliniche veterinarie, o rifugi per animali locali. Trovare una madre surrogata per il gattino abbandonato è la migliore opportunità del gattino per sopravvivere. Fino a che non se ne trova uno, i seguenti consigli sono le cose migliori da fare.

 

5743194742_417830bc3f.jpg    Pronto Soccorso. 

La vostra preoccupazione principale al ritrovamento del gattino abbandonato sarà proteggerlo dal freddo. I gattini abbandonati sono fragili e sono molto vulnerabili alle basse temperature. Tenere i cucciol al caldo avvolgendoli  con stracci puliti e tenere il gruppo vicino alla vostra pelle per fornire abbastanza calore. Se possibile, portare i cuccioli dal veterinario per un check-up generale. Se ii gattini sono stati lontano dalla madre per un bel po'di tempo, saranno molto probabilmente affamati e disidratati. Potrebbero anche avere dei parassiti. Il vostro veterinario dovrebbe essere in grado di aiutarvi a far fronte alle problematiche esposte.

 

6044883571_7396a8d4e7.jpg   Alimentazione. 

 Mantenete il vostro gattino correttamente nutrito. In assenza di latte da una madre gatto, la cosa migliore è l'allattamento artificiale. Potete farlo con un contagocce, una piccola peretta o un biberon mini, facilmente acquistabili in farmacia. Utilizzare il contagocce per i gattini che non hanno imparato a succhiare, altrimenti utilizzare il biberon. Fare attenzione a non forzare il latte verso il basso la bocca del gattino, altrimenti potrebbe soffocare fino alla morte. La posizione corretta alimentazione è con il gattino sdraiato sulla pancia, con il biberon o contagocce tenuto con un angolo di circa 45 gradi. I gattini hanno necessità di piccole dosi di latte a  temperatura corporea ogni tre o quattro ore. Mentre gatti più grandi hanno  bisogno di mangiare una volta ogni 6-8 ore.

 

2886738845_0264b91d1a.jpg  Simulazione leccare. 

I gatti si puliscono leccando la loro pelliccia. Le mamme gatta, però, leccano i loro cuccioli, non solo per pulire i cuccioli, ma anche per stimolare la digestione e la defecazione. C’è bisogno di simulare questa azione della mamma gatta. Ecco come: in primo luogo, inumidire un batuffolo di cotone o piccolo pezzo di stoffa con acqua tiepida. Strofinare l'addome del gattino delicatamente ma con fermezza per stimolare la defecazione. Per simulare la leccata per la pulizia del pelo del gattino, utilizzare un panno umido e seguire la direzione del pelo del gattino. Se feci si sono indurite attaccate, si può provare a lavare il gattino in acqua calda.

 

333774621_0f4f743144.jpg   Preoccupazioni delle pulci. 

Le pulci sono parassiti che possono privare il gattino della nutrizione e causare malattie. Quindi, si dovrebbe controllare spesso il gattino e rimuoverle immediatamente. In commercio ci sono prodotti liquidi da mettere dietro alla testa del gattino, unico posto dove non riesce a leccarsi. Chiedete al vostro veterinario maggiori consigli su come sbarazzarsi delle pulci del gattino e della quantità di prodotto da usare.


3227445097_aecc2f6f87.jpg    Prendersi cura di un gattino abbandonato è una cosa molto umana da fare. Sebbene non vi sia alcuna garanzia che si riesca a salvargli la vita, tenendo presente questi suggerimenti, si avrà una maggiore probabilità di successo.

3131075136_a206e4e5e1.jpg

 

Commenta il post