Donne sole

Pubblicato il da Gioia Mulas


Sorseggiavi lentamente il tuo classico J&B avvolta nel tuo bianco accappatoio, accoccolata nel tappetone posto di fronte al camino scoppiettante.

Sentivi ancora il caldo dell’acqua bollente sulla tua pelle, sentivi ancora le dolci carezze delle bolle di sapone. Per un po’ eri tornata bambina. Per un po’ sei riuscita a dimenticare quel groviglio di pensieri che ti rendevano difficile capire il vero significato della tua esistenza.

Spazio e tempo si erano persi nel nulla, come inghiottiti da un buco nero.

Forse colpa del groviglio, forse colpa del tuo J&B, non avevi percezione di dolore… quel dolore psichico che si tramuta inesorabilmente in dolore fisico.  

Avevi scoperto per puro caso che quelle sensazioni, che tu credevi uniche, solo tue, appartenevano a ben altre donne come te.

Donne, apparentemente felici, donne con una carriera che le rendeva uniche, donne sole dentro.

Non importava di dove fossero, che grado di cultura avessero, quale fosse la loro età. Tutte avevano un punto in comune, erano sole.

Sole dentro. Quella solitudine senza significato, quella solitudine che non avrebbe ragione di esistere, quella solitudine che richiede un'unica medicina, una carezza.

 

Dove sono andate a finire le carezze che sapevano confortarti?

Dove sono andate a finire le dolci parole?

 

Ripensasti alle sue carezze, quelle che ti sfioravano a malapena il viso, quelle che sfioravano timidamente il tuo petto, quelle che dolcemente si soffermavano sul tuo ventre…

Ripensasti ai suoi baci caldi dietro al collo e lungo la schiena, che ti facevano rabbrividire, ti mandavano in visibilio, ti portavano in un nuovo universo…

Ripensasti…

 

Due corpi, un unico corpo di passione

Mani, labbra, occhi… il cui amore, limiti non pone.

 

Desiderio, forte, struggente

Lo invochi, lo pretendi … è pungente.

 

Era un ritmo ribelle, rovente, tribale

Quell’unione vera, primitiva, a volte anche banale.

………..

 

E pensare che ti sentivi unica, invincibile, la più desiderata…

E pensare che niente ti poteva intaccare…

E pensare…

 

Oggi sola, tu, i tuoi pensieri mutilati e il tuo J&B …

Commenta il post