Neonato, il miracolo del momento, sopravvissuto tra le macerie di un terremoto in Turchia.

Pubblicato il da Gioia Mulas

1503560.jpgIl terremoto di magnitudo 7.2, avvenuto domenica 23 ottobre 2011, in concomitanza con alcuni conflitti interni che hanno portato all’uccisione di 24 soldati e al ritardo dei soccorsi, che sono giunti solo dopo due giorni, ha causato 459 morti e 1350 feriti circa.

 

Unico, grande vero miracolo, che porta ad avere qualche speranza in più è la storia del piccolo neonato “miracolato”.

 

Sta facendo il giro del mondo la notizia del neonato trovato ancora vivo sotto le macerie di un terremoto in Turchia!

Al momento del terremoto, il bambino si trovava a casa sua in un condominio con la mamma e la nonna, anche queste, fortunatamente, e alla tragica catastrofe naturale. Tutte e due, durante il terremoto, si sono accovacciate, quasi a formare una vera e propria culla protettiva per il piccolo neonato.

 

Le vittime del disastro, purtroppo si trovano a dover sopportare conflitti interni, freddo  senza un riparo, manca loro anche una semplice tenda, che li possa proteggere!

Il primo ministro ha confermato che entro martedì sarebbero arrivate circa 12.000 tende, ma a tutt’oggi mercoledì 26 ottobre 2011, le povere vittime sono costrette a stare lungo le strade tra stenti, freddo e fame……….

 

L’unico pensiero che dà loro la forza di continuare, è il pianto forte e chiaro del piccolo neonato.  1503561.jpg

Ma basta questo per poter andare avanti?

Possibile che quasi alla fine del 2011, siamo ancora costretti ad avere situazioni di degrado di questo tipo?

 

…………………………………………..

Commenta il post