Finalmente Decodificato il DNA che rivela i dettagli di germe della Peste Nera

Pubblicato il da Gioia Mulas

 

Finalmente gli scienziati sono riusciti a decodificare il DNA e a scoprire quali erano le cause della Peste che ha portato alla morte più della metà della popolazione europea.

  

Per riuscire a decodificare il DNA, hanno analizzato, a fondo, i denti di una delle vittime uccise dalla peste in Europa, più di 600 anni fa, nel periodo medievale.

Non esiste nessun elemento genetico che spiega la peste, secondo gli scienziati, dell’Università di Hamilton, Canada. Secondo loro si tratta più verosimilmente di un’infezione che combinata con il batterio, con la malnutrizione, le misere condizioni e il sovraffollamento hanno portato allo sterminio.

Inoltre c’è da tener in considerazione che molto probabilmente l’elemento scatenante è stata un’influenza, non curata, visto la mancanza di antibiotici, che ha ulteriormente indebolito un popolo che già viveva tra gli stenti.

Un altro fattore che porta a credere che non si tratti di una malformazione del gene è il fatto che secoli prima, dal 514 al 542, un’altra peste aveva devastato l’Impero Romano d’oriente: la Peste di Giustiniano. Molto probabilmente causato anche quello da un altro agente patogeno.

L’intenzione degli scienziati è quella di affermare ciò cercando di effettuare gli stessi studi sui resti di qualche vittima di quel periodo.

Atri gruppi di studio, dopo tale scoperta, stanno cercando di orientarsi per questo verso, questo perché, le scoperte così ottenute, non servono solo da un punto di vista storico medico, ma anche per capire i fatti come sono accaduti,  e riuscire a muoversi meglio in riferimento a cure mediche e studi scientifici futuri.

Un po' di Storia: la peste secondo gli antichi

La peste nel tardo medioevo    Nel tardo Medioevo i medici basavano le loro cure seguendo le indicazioni del mondo antico di Ippocrate, Galeno e altri medici, secondo cui qualsiasi dusturbo medico era causato dalla mescolanza di sangue, flemma, bile. troppo sangue in questa mescolanza era sinonimo di putrefazione, proprità rilevante della peste. Tale putrefazione secondo gli antichi, entrava nel corpo attraverso l'aria o il cibo, soprattutto pesce andato a male.

 

Con tag Salute ☠

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post